Effeuno e…

cucire

Effeuno e il futuro

In Toscana, il nostro è uno dei settori in crescita e può esserlo ancora se gli investimenti in ricerca, sviluppo e risorse umane saranno supportati dalle istituzioni oltre che dalle aziende private.

Abbiamo evidenza del fatto che le griffe stanno tornando a produrre in Italia perchè hanno acquisito la consapevolezza di quanto sia importante  il “saper fare”, tipico del Made in Italy. Per vincere sfide a livello internazionale, il tessuto artigianale deve tutelarsi ed essere tutelato: vantiamo professionalità d’eccellenza, desiderate a livello mondiale e per questo è compito nostro e delle istituzioni salvaguardare ed accrescere questo inestimabile patrimonio.

Per Effeuno la sfida futura è quella di attrarre e formare al proprio interno professionalità in grado di competere a livello internazionale. Abbiamo sempre creduto e lavorato in questa direzione ed auspico che continueremo a farlo sempre meglio. Vogliamo essere pronti a cogliere le opportunità che si presenteranno

Effeuno e i giovani

I giovani sono il futuro del nostro lavoro. Ne abbiamo assunti molti negli ultimi anni e vogliamo continuare a farlo perchè il ricambio generazionale è necessario. Il percorso di formazione richiede almeno quattro anni ma con costanza e dedizione è un mestiere che offre buone opportunità. Andando in questa direzione, Effeuno è aperta a promuovere la giusta comunicazione e collaborazione tra scuola e impresa per sensibilizzare i giovani verso la nostra professione.colorazione

Effeuno e la concorrenza

La nostra forza è la capacità di industrializzare il prodotto mantenendo qualità artigianale a fronte di produzioni su larga scala. Inoltre, è grazie all’attenzione per i dettagli che il nostro processo produttivo è in grado di realizzare prodotti adeguati alla fascia di mercato Premium.  Al nostro Cliente di riferimento offriamo un prodotto che coniuga qualità, stile e design tipici del Made in Italy ad un prezzo decisamente interessante. Per mantenere questo vantaggio competitivo, negli ultimi anni abbiamo fatto grandi investimenti in tecnologia e soprattutto formazione di risorse umane, per sviluppare competenze e professionalità specifiche.

 

Mauro Sabatini
Amministratore delegato